pesto prana

I piatti liguri e la loro storia

 

I RAVIOLI

La leggenda dice che i ravioli siano stati “inventati” intorno al 1200 da una famiglia che gestiva una locanda sulla strada che da Genova portava verso la Pianura Padana, in quel di Gavi. Il nome della famiglia era appunto Raviolo.

Si trattava di una locanda molto rinomata e che richiamava moltissimi passanti proprio attirati da quello strano piatto fatto con pasta fresca, ripiena di carneuovo e verdure.
Purtroppo non ci sono prove storiche a rafforzare questa teoria ma a noi piace molto pensarla così. 😀

 

 

 

IL BRANZINO

Il branzino  è un pesce di mare che presenta un corpo allungato di colore bianco e argentato e dorso a volte puntinato, testa conica con ampia bocca, e mandibola prominente.

Il branzino può vivere sia in mare aperto, sia in acque salmastre o dolci, come lagune e stagni.
In mare generalmente lo troviamo presso le rive del Mediterraneo e dell’Atlantico Orientale, in acque non troppo profonde, ed è facilmente distinguibile grazie alle sue due pinne dorsali.
Il branzino è comunemente allevato, ed ha un contenuto in proteine e grassi più elevato rispetto al pesce pescato in mare aperto; si distingue per il colore grigio scuro del dorso.

Ha un costo piuttosto elevato ed è molto ricercato grazie al gusto delicato delle sue carni bianche, tra le più pregiate, e al fatto di possedere poche e grosse spine di facile estrazione.
Il branzino d’allevamento esteticamente si differenzia da quello selvatico per il colore più scuro sul dorso e nettamente più chiaro sui fianchi.

Il branzino è diventato un piatto tipico della Liguria proprio per il suo abbinamento gustoso con le saporite olive liguri e i pinoli, che si possono trovare variamente declinati in differenti versioni a seconda della zona geografica o del ristoratore.